3 sistemi per togliere l’amaro dal radicchio rosso cotto o crudo

Sono tantissimi gli amanti del radicchio rosso cotto o crudo, ma in pochi sanno come togliere l’amaro durante la preparazione: come fare. 

Il radicchio rosso è uno degli ortaggi maggiormente utilizzati dai cittadini italiani, anche se in pochi preferiscono evitarlo a causa del suo sapore amaro. Esiste però un metodo per risolvere questo problema: come prepararlo.

togliere amaro radicchio
Tre metodi per risolvere il problema (Via Pixabay)

Sono tantissimi gli italiani che ogni giorno mangiano il radicchio rosso. Infatti questo è un ortaggio della famiglia delle Composite, proprio come la cicoria o il carciofo. Solitamente il suo sapore è particolare e tende ad essere amarognolo. Proprio per questo motivo sono tantissimi coloro che preferiscono evitare di mangiarlo. Per fortuna però questo problema può essere risolto grazie ai diversi trucchetti della nonna che abbiamo a disposizione.

In natura infatti esistono diverse varietà di radicchio. Il loro sapore può cambiare a secondo della tipologia e della zona di provenienza. Quel che li accomuna però è la loro croccantezza e le foglie rosse o variegate. Tra le varietà più note troviamo il Radicchio rosso di Treviso, quello di Verona o di Chioggia. Tutte queste però sono fonti di vitamine, sodio e ferro. Inoltre, il radicchio è un ortaggio light. Contiene circa 13 Kcal per 100 gr di prodotto. L’ortaggio può essere ottimo crudo, nelle insalate, o cotto per insaporire primi piatti di pasta o riso. Inoltre può essere preparato anche come contorno al forno o in padella.

Come togliere l’amaro dal radicchio: i metodi della ‘nonna’

togliere amaro radicchio
I metodi della nonna per togliere l’amaro dal radicchio (Via Pixabay)

Il primo metodo per togliere l’amarognolo dal radicchio è quello di prepararlo nelle insalate o nelle ricette che lo richiedono crudo. In questo caso per attenuare il suo sapore amaro basterà eliminare le foglie esterne, appassite o con difetti, e poi tagliarlo a listarelle. Bisognerà quindi mettere l’ortaggio in una una ciotola piena d’acqua fredda, con un goccio di aceto e succo di limone. Infine bisognerà tenerlo in ammollo per un’ora ed infine scolarlo ed utilizzarlo come ricetta.

LEGGI ANCHE:  Le 3 buone abitudini per riattivare il metabolismo e rimettersi in forma

Si potrà togliere l’amaro dal radicchio anche in quelle ricette che in cui verrà cotto. Infatti in questo caso esistono due metodi. Nel primo dopo averlo pulito, dovrete metterlo ammollo intero, in una ciotola piena di acqua fredda. Successivamente bisognerà fare una croce alla base e dopo farlo scolare con il taglio verso il basso. Mentre per il secondo metodo basterà affettarlo e successivamente sbollentarlo.

Infine se avete fretta e non potete attendere i tempi di ammollo o di cottura potrete sempre utilizzare la parte delle punte, tralasciando gran parte della nervatura bianca centrale, che è molto amara.

Impostazioni privacy