La vera ricetta del canarino: il metodo della nonna per digerire all’istante

Il canarino è un famosissimo metodo casalingo per digerire: la vera ricetta è davvero semplicissima ma ne esistono anche diverse varianti.

Questo rimedio naturale prende il nome dalla tipica colorazione giallo brillante che la caratterizza e che ricorda, proprio per questo, le piume gialle di un canarino.

ricetta canarino
(081.it)

Anche se a volte viene preparata con acqua a temperatura ambiente, è molto meglio prepararla con acqua tiepida o addirittura calda come quella che useremmo per preparare un tè o una camomilla.

Bere acqua fredda (o a una temperatura ambiente tipicamente invernale) non è una buona idea per la digestione: l’acqua fredda infatti ostacolo o addirittura blocca il lavoro dei succhi gastrici e favorisce le contrazioni muscolari che potrebbero addirittura causare del reflusso.

Al contrario, l’acqua calda favorisce la digestione e rilassa i muscoli dell’addome, regalando anche un grande senso di sollievo.

Gli ingredienti principali per la vera ricetta del canarino

Gli ingredienti base con cui si prepara il canarino sono: acqua calda, buccia o succo di limone. Si tratta però di un approccio molto blando, simile a quello di un semplice infuso digestivo.

Per preparare il “canarino semplice” baste quindi riscaldare dell’acqua e mettervi in infusione per dieci minuti la scorza di un limone ben lavato sotto l’acqua corrente. Per evitare che la bevanda diventi amara sarà fondamentale prelevare dal frutto solo la parte gialla e non quella bianca che si trova appena sotto la scorza.

All’infusione vengono aggiunti talvolta chiodi di garofano e foglie di alloro per potenziare i suoi effetti digestivi.

ricetta originale canarino digestivo
(Collage da Canva)

Il canarino più efficace in assoluto, però, è un altro. Questa versione più strong si prepara esattamente come quella base, con l’aggiunta finale di un ingrediente:

  • portare l’acqua a bollore
  • nel frattempo prelevare la scorza di mezzo limone
  • mettere la scorza in infusione nell’acqua bollente per dieci minuti
  • aggiungere un cucchiaino raso di bicarbonato di sodio.

L’interazione tra il limone e il bicarbonato formerà una soffice schiuma bianca che probabilmente traboccherà dal bicchiere o dalla tazza. Per massimizzare l’effetto digestivo del rimedio è necessario bere il canarino mentre la schiuma si sta formando, in maniera da farla arrivare nello stomaco mentre la reazione chimica è ancora in corso.

LEGGI ANCHE: I migliori metodi per digerire dopo le abbuffate natalizie

Per le situazioni più difficili si consiglia di aggiungere all’infuso di scorza il succo di un quarto di limone: la reazione con il bicarbonato sarà ancora più violenta e la schiuma sarà più solida.